Un nuovo approccio alla ricerca nell’era digitale

Intelligenza Artificiale e Machine Learning al servizio di sistemi di ricerca consolidati per analizzare ed elaborare grandi moli di dati.
IZI Lab nasce per passione. La passione per la ricerca, i numeri, i dati, il monitoraggio, il web e il mondo digitale. IZI Lab nasce per sperimentare la contaminazione tra rigore scientifico e innovazione tecnologica, coniugando ricerca e big data. IZI Lab nasce come spin-off di IZI Metodi, analisi e valutazioni economiche con l’obiettivo di sostenere e promuovere nuove idee di business basate sulla raccolta e l’analisi accurata dei nuovi flussi di dati eterogenei e complessi e la visualizzazione dinamica dei dati digitali.

L’osservatorio

IZILab, divisione digitale di IZI spa, inizia un percorso con un duplice obiettivo: da una parte fornire una visione più ampia al decisore politico, dall’altra svolgere il ruolo di diffusore dell’informazione sul tema della sostenibilità e della transizione ecologica.

Una crescente attenzione verso la tutela dell’ambiente, presente in tutte le sue sfaccettature, da ciò che mangiamo, a come ci muoviamo e come viviamo le nostre città, ha spinto IZILab ad intraprendere un percorso mirato a quantificare il livello di sostenibilità delle città italiane.

Ricerca Moda e Sostenibilità

Come emerge dall’Agenda 2030, la sostenibilità sta assumendo un’accezione sempre più ampia: non è più solo intesa in senso ambientale ed ecologico ma anche come sostenibilità sociale (inclusivitàparità di genere etc). Abbiamo quindi deciso di indagare se gli obiettivi dell’Agenda 2030 siano presenti all’interno del dibattito intorno alle ultime due Milano Fashion Week e la Metaverse Fashion Week.

MAPPA 1. LA CITTA’ IN 15 MINUTI – ISTRUZIONE

La realizzazione della “città dei 15 minutiè uno degli obiettivi principali delle linee programmatiche del Sindaco e della Giunta. Una visione di città policentrica, accessibile e sostenibile, nella quale la cittadinanza dovrà trovare a una distanza massima di 15 minuti, a piedi e in bicicletta, la disponibilità di una vasta rete di servizi di prossimità: aree verdi, fermate del trasporto pubblico su rotaia, asili nido, centri culturali, luoghi dello sport e altri presidi fondamentali.
Questa rete diffusa si accompagnerà al rafforzamento di un’autentica vicinanza tra le persone, in grado di favorire lo spirito di comunità e accrescere la coesione sociale.
IZILab ha realizzato, per conto dell’assessorato per il Decentramento, la partecipazione e i servizi al territorio per la città dei 15 minuti (guidato da Andrea Catarci), un primo modello di rappresentazione dell’accessibilità ai servizi di istruzione, salute e trasporto pubblico su rotaia sul suolo Comunale.
Per le tre dimensioni indagate, sono state quindi realizzate tre mappe sulle quali è stato costruito un indicatore complesso che si basa sulla combinazione tra il livello di importanza e sostenibilità del sub servizio che compone il singolo pilastro indagato e la distanza dello stesso rispetto al centro dell’esagono avente una circonferenza di diametro 1.250 m pari proprio alla distanza che si stima si possa percorrere a piedi in 15 minuti.
Per ognuno dei sub indicatori quindi è stato attribuito un punteggio da 1 a 5 in base alle seguenti soglie: oltre i 4.000 metri, tra i 4.000 e i 2.000 metri, tra i 2.000 e i 1.000 metri, tra i 1.000 e i 500 metri ed  entro i 500 metri. Successivamente è stata elaborata una media pesata dando così vita a cinque classi cromatiche dalla più scura (valore indicatore elevato),  alla più chiara (valore indicatore basso), in modo tale da poter rappresentare il livello di accessibilità di quel pilastro per quella porzione di Città.

La mappa presenta la distribuzione sul territorio comunale, diviso in 2656 esagoni del diametro di 1250mm, dell’indicatore Istruzione che misura l’accessibilità ai tre distinti livelli: la scuola dell’infanzia (asilo e infanzia comunale e statale), la scuola dell’obbligo, primaria e secondaria di primo e secondo grado (scuole medie, licei e istituti superiori) e infine all’istruzione non obbligatoria, ovvero i centri di formazione professionale e le università.

Dalla mappa emerge che:

  • le zone in cui l’indicatore è più alto (maggiore accessibilità) sono quelle all’interno del GRA e in particolare i tre municipi con il punteggio medio più alto sono, in ordine, il II, il I ed il V;
  • le zone con accessibilità più bassa sono quelle a ovest della città e in particolare la parte esterna al GRA del XIV, XIII e XII municipio;
  • per la scuola dell’infanzia (in basso a sinistra) l’accessibilità sul territorio comunale risulta piuttosto buona ovunque, con l’eccezione delle zone esterne del municipio IX (Trigoria e Spregamore).

Le Ricerche

Ricerca verde urbano

Indagine sul valore economico del verde urbano in termini di assorbimento della CO2 e risparmio nell’utilizzo di sistemi di raffreddamento e riscaldamento

42.671.092

MQ VERDE URBANO

22.002.038

KG CO2 ASSORBITI ANNUALMENTE

1.759.683 €

RISPARMIATI DAI ROMANI

Ricerca moda

Indagine sulla rilevanza dell’eco-sostenibilità nei prodotti di Zalando.it e della percezione sui Social Network

38.239

PRODOTTI ANALIZZATI

937

BRAND ANALIZZATI

8.555

POST E TWEET ANALIZZATI

Ricerca politica

Indagine sulla relazione tra attività Twitter e risultati elettorali nelle Elezioni Regionali dell’Emilia Romagna  

610.264

TWEET SCARICATI

31.196

TWEET ANALIZZATI

3.643

ORE MACCHINA

Ricerca economica

Indagine sulla rilevanza dell’eco-sostenibilità nelle recensioni online su Amazon.it

126.317

RECENSIONI SCARICATE

10.292

RECENSIONI ANALIZZATE

5.654

ORE MACCHINA

Le altre ricerche

Ricerca Elezioni Regionali 2020

Aggiornamento sulla relazione tra attività Twitter e risultati elettorali nelle Elezioni Regionali 2020: Veneto, Campania, Marche e Puglia  

Ricerca Caffè Vergnano

Approfondimento sul gradimento del caffè Vergnano con particolare riferimento alla sostenibilità ambientale