Abbiamo voluto studiare il valore economico dei singoli municipi di Roma in base al verde urbano

La composizione del verde urbano di Roma

Le tipologie

Il Comune di Roma ha suddiviso le aree verdi in sei tipologie

Tipologia A:

  • Aiuole
  • Spartitraffico
  • Rotatorie
  • Banchine
  • Cordonate

Tipologia B:

  • Impianti arborei
  • Piccoli appezzamenti verdi a contorno delle aree destinate al parcheggio

Tipologia C:

  • Piccoli parchi
  • Giardini di quartiere con giochi per bambini, aree cani, etc.

Tipologia D:

  • Grandi ville storiche

Tipologia E:

  • Parchi, ville e giardini urbani estesi con preesistenze archeologiche, monumenti, ville e casali protette caratterizzate da habitat di particolare valore naturalistico

Tipologia F:

  • Giardini che conservano collezioni botaniche di particolare pregio

 

Il censimento delle specie arboree

Dal censimento delle specie arboree, effettuato dal Comune di Roma (2016), abbiamo selezionato 15 specie, le quali coprono il 72% del totale degli esemplari.

Albero Numerosità % Assorbimento unitario Kg/anno CO2 Assorbimento complessivo Kg/anno CO2
Pinus 51.212 16% 89 4.557.868
Quercus 38.504 12% 135 5.198.040
Robinia 29.151 9% 111 3.235.761
Platanus 20.853 7% 78 1.626.534
Tilia 15.776 5% 65 1.025.440
Ulmus 14.912 5% 71 1.058.752
Acer 13.352 4% 79 1.054.808
Cupressus 12.752 4% 66 841.632
Populus 8.121 3% 142 1.153.182
Eucalyptus 5.874 2% 150 881.100
Cedrus 3.712 1% 130 482.560
Ailanthus 3.420 1% 99 338.580
Olea 2.563 1% 101 258.863
Magnolia 2.549 1% 54 137.646
Celtis 2.292 1% 66 151.272
Totale 225.043 72,0% 1436 22.002.038

La quotazione della CO2

La CO2 viene quotata in maniera analoga a quanto avviene per un titolo in borsa. Basandoci sul censimento delle specie arboree pubblicato dal Comune di Roma, in base alla capacità delle specie stesse di catturarla, abbiamo stimato un valore economico, dinamico nel tempo, per il territorio capitolino e per i suoi municipi.

Valore economico dei municipi di Roma – CO2

Il podio

I municipi romani

Estate e inverno

Gli alberi contribuiscono anche a ridurre sostanzialmente l’inquinamento prodotto dai nostri impianti di riscaldamento e raffrescamento.

Partendo da questo discorso, utilizzando il prezzo del m^3 di gas e del kWh ed incrociandolo con la capacità di ognuna delle specie arboree considerate di ridurre l’inquinamento, abbiamo stimato un ulteriore valore economico per l’inverno e uno per l’estate.